Green is the new glam

Si è appena conclusa la settima edizione della settimana della moda monegasca, andata in scena dal 15 al 19 maggio, sotto l’Alto Patrocinio di Sua Altezza Serenissima la Principessa Charlene di Monaco e presieduta dalla fondatrice della Chambre Monegasque de la Mode, Federica Nardoni Spinetta.

Moda, lusso e talento in chiave eco, sono stati i temi cardine attorno i quali si è svolto questo importante evento che vuole sottolineare quanto la responsabilità e l’impegno per un cambiamento necessario per la salvaguardia del futuro del nostro pianeta siano imprescindibili per maison e brand del mondo della moda, per uno sviluppo sostenibile.

Tanti i nomi prestigiosi che si sono alternanti sulle passerelle per presentare proposte resort, cruise e capsule collection primavere estate 2020. Alberta Ferretti, premiata per l’occasione con l’Ethical and Sustainable Fashion Award, ha svelato la collezione resort 2020; 

Gilberto Calzolari, già vincitore del Green Carpet Awards a settembre 2018 con un abito realizzato in iuta con cristalli Swarovski; Jiri Kalfar amato da celebrities internazionali e noto per la sua collezione “Save the Bees” e molti altri.

Ad accogliere gli ospiti ed i partecipanti, inoltre, un’opera artistica della Galleria Giordani: “Lutjan Fulgens”, la rappresentazione di un grande dentice con squame dalle fulgide sfumature cromatiche, ricamato con tecniche esclusive e materiali preziosi, su un drappeggio composto da pannelli in tessuto che brilla della luce dei cristalli Swarovski, nell’esclusiva formulazione “Advanced Crystal” conforme ai più rigorosi requisiti di eco-sostenibilità.

Un’opera artistica che lancia un messaggio per la salvaguardia dell’ambiente marino, che riportato nelle parole di Graziano Giordani e i suoi figli Adriano e Antonio suona così “possiamo decidere di far splendere i pesci se lasciamo puliti i mari”. 

Il Principato di Monaco come vetrina prestigiosa per la moda, ma soprattutto per un messaggio importante: chic vuol dire sostenibile ed etico!