Perché Sanremo è Sanremo!

Anche questa 69° edizione del Festival della canzone italiana ha tenuto incollati alla TV milioni di italiani

L’anno prossimo saranno 70 anni: il Festival di Sanremo è sempre stata una certezza, qualunque fosse il momento storico attraversato dal nostro Paese. Nelle sue 5 serate racchiude la storia di una nazione intera nelle sue più varie sfaccettature, mettendo tutti noi italiani davanti ad uno specchio.

L’Italia della musica

Mai come quest’anno il festival ha lasciato che la musica fosse la vera protagonista: il livello delle canzoni è stato mediamente molto alto, è emersa la preziosa diversità del panorama musicale italiano grazie alla partecipazione di vecchi e nuovi talenti, gli ospiti hanno divertito, coinvolto ed emozionato, così come i duetti che si confermano essere uno dei momenti più alti del Festival. Ma l’arte, si sa, è pane per i nostri denti.

L’Italia della moda

Inutile negarlo: nella terra regina della moda, i riflettori sono sempre puntati sugli abiti che vengono indossati dalle presentatrici e i giudizi sono spesso spietati. Voti alti però per la bella Virginia Raffaele: durante la semifinale ha indossato un abito di Philosophy di Lorenzo Serafini ricoperto da 300.000 cristalli Swarovski. Davvero chic!

Potrebbe piacerti anche