Avatar

Moncler, LIBERTINE e Sergio Zambon, con i cristalli Swarovski regalano nuova vita ad un grande classico

Il progetto Moncler Genius si illumina con Swarovski

Fondata nel 1952 da René Ramillon e André Vincent, Moncler prende il nome dalla popolare località sciistica Monestier-de-Clermont sulle Alpi francesi. Con le sue origini alpine, il brand supera i confini della moda, combinando l’altissima funzionalità dei capi ad uno stile contemporaneo che unisce la vita di montagna a quella di città.

Oltre alla collezione Moncler, il brand ha creato il progetto Moncler Genius – un laboratorio di collaborazioni tra menti creative e i designer del progetto, tra cui il creative director di 2 Moncler 1952 Man, Sergio Zambon. Per l’ultima linea, l’ispirazione viene dalle vibrazioni positive e rilassate della frizzante cultura di Los Angeles. “È una città che mixa natura e tessuto urbano sia geograficamente che culturalmente, concetto insito nel DNA di Moncler”, dice Zambon.

LIBERTINE – il brand di LA sotto la guida di Johnson Hartig si incastra alla perfezione all’interno del progetto ed ha lavorato con Zambon per portare il sole di Los Angeles su Moncler. Il risultato? La Acosta overshirt impreziosita da motivi ispirati al mondo dello sci con cristalli Swarovski dorati, che donano una luce speciale a questo capo che unisce la vita di montagna a quella urbana.

Moncler Acosta plaid overshirt with Swarovski crystals

Creata con bottoni a pressione che permettono di indossarla come una giacca o come una camicia, è un esempio brillante di collaborazione creativa e di come i cristalli possono iniettare nuova energia ad un grande classico.